Stampa
Lug
25

ecco dove sono finiti i fondi

Autore: Andrea MarellaPosted in: ultime

Modifiche articolo 187 Cds:
5. Le strutture sanitarie rilasciano agli organi di Polizia stradale la relativa certificazione, estesa alla prognosi delle lesioni accertate, assicurando il rispetto della riservatezza dei dati in base alle vigenti disposizioni di legge. I fondi necessari per l'espletamento degli accertamenti conseguenti ad incidenti stradali sono reperiti nell'àmbito dei fondi destinati al Piano nazionale della sicurezza stradale di cui all'articolo 32 della legge 17 maggio 1999, n. 144. Copia del referto sanitario positivo deve essere tempestivamente trasmessa, a cura dell'organo di Polizia che ha proceduto agli accertamenti, al prefetto del luogo della commessa violazione per gli eventuali provvedimenti di competenza.
Stampa
Lug
09

sicurezza...stradale

Autore: Andrea MarellaPosted in: ultime

Interessante articolo pubblicato da Repubblica.it che riporta un'indagine curata da Ipr Marketing per la Fondazione Luigi Guccione per le vittime della strada e presentato oggi alla Camera. Gli italiani si sentono insicuri...sì ma non di scippi, ladri, rom o altro ma insicuri di sicurezza stradale. La "classifica" delle preoccupazioni dei sonni degli italiani è dunque guidata dagli incidenti stradali (73%) seguiti dai furti in casa (71%) scippi (62%), rapine (59%) e stupri (51%).
Stampa
Lug
04

rilevazione statistica incidenti

Autore: Andrea MarellaPosted in: ultime

Il Friuli Venezia Giulia parteciperà a un progetto di collaborazione fra Governo e Regioni per la rilevazione statistica degli incidenti stradali. Lo prevede un Protocollo d'intesa, il cui testo è stato approvato oggi dalla Giunta regionale su proposta del presidente Renzo Tondo. Il Protocollo nasce da un accordo fra Istat, ministeri dell'Interno, della Difesa e dei Trasporti, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Unione Province italiane e Associazione nazionale Comuni italiani. Il Friuli Venezia Giulia intende fra l'altro costituire un Centro di monitoraggio regionale della sicurezza stradale (Cmrss).
In molte altre regioni si sta proseguendo su una strada simile.
Stampa
Giu
27

altro che 2% del Pil

Autore: Andrea MarellaPosted in: ultime

(ANSA) - E' di 35 mld di euro, il 2,5-2,6% del Pil, il costo sociale degli incidenti stradali, afferma il 'Rapporto Automobile 2008' Censis-Aci.Ogni giorno se ne verificano in media 652, con 16 morti e 912 feriti. Causa principale i comportamenti scorretti del conducente, mentre preoccupa soprattutto la guida sotto l'influsso di alcool e droghe.
commento: In realtà la Commissione europea valuta che il costo degli incidenti stradali sopportato dagli Stati membri, dai cittadini e dalle imprese dell'UE sia pari a 160 miliardi di euro, circa il 2% del PIL dell'UE. Italia esclusa, ovviamente.
Stampa
Giu
18

presentazione direttiva al parlamento europeo

Autore: Andrea MarellaPosted in: ultime

Viene discussa oggi al Parlamento Europeo la direttiva sulla sicurezza delle infrastrutture . SI va pertanto verso una rete stradale europea più sicura - Il Parlamento è chiamato a adottare una direttiva che impone valutazioni d’impatto e audit sulla sicurezza stradale nonché misure per la gestione e le ispezioni della sicurezza. Suggerisce anche una serie di misure per rendere le infrastrutture più sicure, specie se ad alto tasso di incidenti, come il miglioramento della segnaletica e del manto stradale o la costruzione di corsie di emergenza e di aree di sosta. L'obiettivo è di contribuire alla riduzione delle vittime della strada.
qui l'iter parlamentare della diretiva europea