Stampa

F.6 il 3° programma annuale

Scritto da Andrea Marella

Alla sessione plenaria della consulta nazionale sulla sicurezza stradale di marzo 2008, è stato descritto lo stato della programmazione sulla sicurezza stradale da parte del Ministero dei Trasporti.
Per quanto concerne il 1° e 2° programma annuale di attuazione del piano nazionale della sicurezza stradale sono state ripetute le notizie già note da tempo agli “addetti ai lavori”. È infatti noto come lo “spacchettamento ” del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti abbia causato ritardi nell’allocazione dei fondi stanziati nel 2003 e, a complicare le cose, è stato un comma della finanziaria per l’anno 2007 che prevedeva la revisione delle risorse allocate da tutti i ministeri e da avviare sottoforma di mutui con la Cassa Depositi e Prestiti. Vincolo che aveva la funzione di un provvedimento ricognitivo per la valutazione effettiva delle disponibilità della finanziaria stessa. Il Ministero dei Trasporti dal canto suo ha già cercato di sbloccare la situazione cercando di assicurare al Ministero delle Finanze il fondo di compensazione, necessario per i finanziamenti, ma ricevendo da quest’ultimo ancora nessuna risposta.

In attesa di sbrogliare la complicata matassa, il Ministero dei Trasporti ha avviato le procedure di allocazione per il 3° programma annuale di attuazione del piano nazionale della sicurezza stradale con le risorse rese disponibili dalla finanziaria per il 2007 e confermate da quella successiva dove vengono appunto destinati circa 60 milioni di euro per il triennio 2007-2009. Il 3° programma annuale dovrebbe essere in dirittura d’arrivo: è stato dato il parere dalla Conferenza delle Regioni , sono state allocate le risorse finanziarie distribuite per ciascuna regione e si è in attesa del bando tipo che il Ministero dovrà approvare per dare via a cascata ai bandi regionali. È infatti una novità di questo programma: non sarà più il Ministero – con i problemi noti e descritti in precedenza – ma direttamente le Regioni che saranno incaricate:

- dell’emanazione dei bandi regionali in conformità con il bando tipo definito a livello nazionale;
- della costituzione delle commissioni regionali di valutazione (secondo quanto indicato nel bando) e selezione delle proposte da ammettere a finanziamento.

Durante la sessione plenaria della consulta nazionale sulla sicurezza stradale, i rappresentanti del Ministero hanno anche dichiarato che per il 3° programma è già stato registrato il decreto di attuazione dagli organi di controllo ed è prevista, entro la fine del mese di marzo 2008, la possibilità di attivare le convenzioni con le regioni per l'avvio delle procedure di finanziamento.

È stata infine accennata anche l'attivazione del 4° programma annuale di attuazione, dato che la finanziaria 2008 ha previsto la copertura economica, entro la fine dell'anno.