Stampa
Lug
04

Fondi per piste ciclabili su "dl Appalti"

Autore: Andrea MarellaPosted in: progettazione stradale

Paolo Gandolfi, relatore del Partito Democratico, si appresta a depositare presso la commissione Trasporti della Camera dei deputati il nuovo testo base del disegno di legge “per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e per la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica”.
La novità principale del testo è quella di destinare una quota del Fondo per la realizzazione delle infrastrutture prioritarie del Codice Appalti (il 2%) alla costruzione di piste ciclabili. Inoltre, il Ddl prevede che venga inserita un’apposita sezione dedicata alla mobilità ciclistica nell’ambito del piano generale dei trasporti, sia su scala regionale sia nazionale.
Gli obiettivi principali del Ddl sono lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione di una rete ciclabile nazionale. In particolare, il Ddl ha l’obiettivo di “promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative”, per migliorare efficienza, sicurezza e sostenibilità della mobilità urbana, tutelare il patrimonio naturale e ambientale, ridurre l’inquinamento e valorizzare il territorio e i beni culturali.
Per arrivare a questi risultati, all’interno del piano generale dei trasporti e della logistica, ci sarà quindi una voce specifica dedicata alla mobilità ciclistica (“Piano generale della mobilità ciclistica”), che farà riferimento a un periodo di tre anni.
Stampa
Mag
08

Appuntamenti maggio

Autore: Andrea MarellaPosted in: trafficlab

Un mese ricco di appuntamenti sulla mobilità sicura e traffico. Vi aspettiamo giovedì 12 maggio a Roma al "Workshop sulla mobilità sostenibile: gli effetti del traffic calming" organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità con il patrocinio del Ministero della Salute. Il nostro intervento sarà dedicato alle nuove forme di valutazione tecnica ed economica degli interventi di moderazione del traffico ed in generale nei trasporti.
Pochi giorni dopo, invece, saremo a Trieste con un corso organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Trieste e l'Università degli Studi di Trieste. In questo corso (4 ore e 4 CFP) si parlerà di "Metodi e tecniche innovative per il monitoraggio e la gestione del traffico stradale".
Qui potete scaricare le locandine con relativi programmi completi:

12/05 Workshop sulla mobilità sostenibile: gli effetti del traffic calming
25/05 Metodi e tecniche innovative per il monitoraggio e la gestione del traffico stradale
Stampa
Apr
18

Articolo pubblicato

Autore: Andrea MarellaPosted in: trafficlab

Fresco di stampa è stato appena pubblicato un articolo su alcune valutazioni economiche della realizzazione di zone 30. Il lavoro di ricerca, svolto alcuni anni fa, ha permesso non solo la valutazione in termini di costi/benefici ma anche un'utile guida ai progettisti per la quantificazione economica degli interventi sulle zone 30.
L'articolo è possibile leggerlo integralmente da qui:
icon Mobility Lab aprile 2015 (241.04 kB)
Stampa
Apr
14

AIIT Bari

Autore: Andrea MarellaPosted in: trafficlab

Dopo un'interessante visita di tre giorni all'Intertraffic di Amsterdam, oggi e domani potremmo incontrarci al Congresso nazionale AIIT a Bari. 14 e 15 aprile 2016 Il Congresso nazionale dell’AIIT si terrà quest’anno a Bari e si articolerà in due seminari, dedicati ai sistemi innovativi ed alle esperienze nel campo della mobilità e dei trasporti (pomeriggio di giovedì 14 aprile) e all’innovazione nel campo della progettazione e gestione delle infrastrutture stradali (mattina di venerdì 15 aprile). Seguirà, nel primo pomeriggio del 15 aprile, una visita tecnica guidata al cantiere dell’Asse Nord-Sud di Bari, che comprende un ponte strallato di 650 m. È prevista l’erogazione di crediti formativi.
Stampa
Mar
23

Distrazione e guida

Autore: Andrea MarellaPosted in: Notizie

La distrazione del conducente è un fenomeno in crescita negli ultimi anni e sta diventando un fattore sempre più importante che contribuisce all'incidentalità stradale. Con l'installazione di un numero sempre maggiore di dispositivi in auto, ed in particolare il crescente uso dei telefoni cellulari durante si guida, il problema rischia di peggiorare. La Commissione europea ha recentemente pubblicato uno studio sulle buone pratiche per ridurre i rischi causati dalla distrazione.

http://ec.europa.eu/transport/road_safety/pdf/news/nl22_en.pdf